40 anni senza sorriso per sembrare più giovane. Ma con il botulino si può evitare di fare sempre la “faccia triste”

labbro leporinoTess Christian ha cinquant’anni, vive a Londra e per 40 anni della sua vita non ha mai sorriso o riso. Non per una terribile malattia, ma per scelta: il motivo per cui Tess ha deciso di limitare al minimo i movimenti facciali è il suo desiderio di evitare le rughe. A vedere le sue foto sembra che questa trovata abbia funzionato: la donna appare molto più giovane dei suo cinquant’anni.

Questo metodo “fai da te” per evitare la comparse delle rughe ha in effetti qualche base scientifica. Le rughe infatti appaiono a causa dei movimenti dei muscoli facciali e sono più evidenti laddove compaiono le nostre espressioni, cioè intono alla bocca, con la quale si sorride, sulla fronte che aggrottiamo o intorno agli occhi, che strizziamo.

Ma vale la pena rinunciare a sorridere e ridere per decenni? Un volto senza rughe, ma inespressivo, può davvero essere bello e attraente? La chirurgia plastica, allora, non sembra certo il peggiore dei mali. Pensiamo alla tossina botulinica, che ha proprio l’effetto di rilassare i muscoli e di ridurre i movimenti e le tensioni che portano alla formazione delle rughe, ma che, se iniettata da mani esperte, ha anche tantissimi vantaggi: non elimina le espressioni del volto e il suo effetto è irreversibile.

Forse l’aiuto dello specialista può essere una soluzione migliore, per rimanere giovani, senza perdere il sorriso.

Gli articoli più letti del mese: