Botulino dopo i 60 anni? I vantaggi sono tanti

 

shutterstock_188539070Si invecchia sempre più tardi grazie alla medicina e la tossina botulinica aiuta, non solo per migliorare l’aspetto, ma per togliere fastidiosi problemi fisici come l’incontinenza, gli spasmi muscolari, il mal di testa e la sudorazione eccessiva.

Da quando è diventato approvato dalla Therapeutic Goods Administration per uso medico nel 1999 e l’uso cosmetico nel 2002, l’uso del botulino è in continua espansione.

Uno degli usi più comuni per la tossina botulinica è per il trattamento cosmetico di rughe verticali sulla fronte e zampe di gallina.

 

 

Come funziona? Il botulino viene iniettato nei muscoli, qui blocca gli impulsi nervosi. L’attività muscolare che provoca le rughe si riduce, e il viso appare più rilassato. La pelle, infatti, non è in grado di raggrinzirsi, se non ha muscoli sotto che si contraggono.

 

C’è un limite di età? No, come testimonia anche il dottor Grant Stevens, un chirurgo plastico di Los Angeles. “Da me arrivano pazienti ben oltre gli 80 anni “.

 

 

Gli articoli più letti del mese: