Dimagrire con il botulino: al via uno studio in Norvegia

botulino per dimagrireNon solo anti-rughe, ma anche un aiuto per dimagrire. In un’università norvegese, la Trondheim University Hospital, è in corso uno studio per verificare l’efficacia dell’impiego della tossina botulinica per la perdita di peso in pazienti obesi.

Iniettato nello stomaco, il botulino dovrebbe, secondo i ricercatori, diminuire (anzi, dimezzare) la velocità in cui il cibo transita nello stomaco, portando a una maggiore sensazione di sazietà, e quindi inducendoli a mangiare meno.

La tossina botulinica potrebbe insomma rivelarsi un’alternativa alla chirurgia per l’obesità: ha pochi effetti collaterali, è poco invasiva e più economica rispetto a un’operazione chirurgica.  Il nuovo studio che ha preso il via alla Trondheim University Hospital in Norvegia, prevede l’inserimento dalla bocca del paziente di un lungo tubo con una telecamera all’estremit, nello stomaco del paziente.

La tossina è iniettata con un ago che scende attraverso l’endoscopio. La “punturina” nei muscoli della parete dello stomaco, secondo i ricercatori, dovrebbe rallentare la velocità con cui il cibo transita nello stomaco, dimezzandola. In teoria, questo dovrebbe portare nei pazienti a una maggiore sensazioni di sazietà, facendoli mangiare meno.

 

 

Gli articoli più letti del mese: