Focus: cresce l’Italia del botulino, +11,2% nel 2014

I dati di Aiteb sono stati ripresi in un diffuso articolo su Focus.

Ecco il testo dell’articolo:

“Cresce la passione degli italiaAiteb_Focusni per il ritocchino spiana rughe con il botulino. Secondo gli ultimi dati dell’Aiteb, l’Associazione italiana terapia estetica botulino, nel nostro Paese nel 2014 c’è stato un incremento (+11,2%) dell’uso della tossina botulinica rispetto all’anno precedente. E un aumento del 31% dei filler, sostanze iniettabili sottopelle utilizzate per correggere o ritoccare i segni dell’età. Sempre nel 2014, il decennale dell’arrivo sul mercato del ‘botox’, gli esperti avevano stimato nella Penisola circa 250 mila interventi all’anno su oltre 100 mila pazienti a partire dai 35 anni d’età.

Per valore di mercato, inoltre, l’Italia si conferma la quarta piazza europea del botulino dopo Regno Unito, Germania e Francia, e davanti alla Spagna. E anche se nei gusti nazionali il filler continua a prevalere sulla tossina botulinica (per i ‘riempitivi’ siamo secondi in Europa dopo la Francia e precediamo Germania, GB e Spagna), la ‘punturina al veleno’ recupera terreno e il business cresce a 2 cifre nonostante la crisi: dal 2011 al 2013 è passata da 15 milioni di euro a oltre 17,7 mln (+18%); il 2013 ha fatto segnare un +13% sul 2012, e nel 2014 la crescita è stata dell’11,2% rispetto al 2013.

L’inglese Indipendent Healthcare Advisory Service (Hias) ha rilevato che le complicanze mediche a seguito di trattamenti con botulino sono pari allo 0,13%, contro lo 0,25% registrato con i filler. Per questi ultimi il mercato italiano è sceso da circa 31,4 milioni nel 2011 a 27,7 mln nel 2012, risalendo a 31,2 nel 2013. E se nel 2011 i filler doppiavano il botulino (rapporto di 2 a 1), la proporzione 2013 è di 1,7 a 1 a segnare un lieve cambio di tendenza. In generale l’Europa continentale sembra amare più i filler, mentre i Paesi anglosassoni scelgono la tossina spiana-rughe con un rapporto botulino/filler pari a 4 a 3 in Uk e di 2 a 1 negli Usa”.

Gli articoli più letti del mese: