Il botulino può alleviare i mal di testa di Harry Potter

Harry_PotterL’attore che interpreta Harry Potter (nella foto in una scena tratta dai suoi film), è noto, soffre di cefalea a grappolo, una malattia cronica ed intrattabile che porta attacchi di mal di testa debilitanti e fortissimi, quasi insopportabili, al punto che alcune persone sono arrivate la suicidio per porre fine a questa agonia.

Un nuovo studio norvegese ha posto l’accento sul botulino come terapia efficace per ridurre i sintomi di questa malattia e fare abbassare in maniera significativa il dolore.

La cefalea a grappolo cronica è descritta come una delle condizioni più dolorose che l’uomo conosca, colpisce circa 1 persona su 1.000 in tutto il mondo. L’attore Daniel Radcliffe, star dei film di Harry Potter, è uno di loro.

I medici del Trondheim University Hospital in Norvegia hanno analizzato un gruppo di dieci malati di cefalea a grappolo con un’età compresa tra 18 e 65 anni per un periodo di 24 settimane.

Ai pazienti è stata iniettata della tossina botulinica attraverso la cavità nasale in un insieme di cellule nervose dietro l’occhio, responsabili della trasmissione dei segnali di dolore che devastano la vita di questi malati.

Queste le conclusioni dei medici: “Il numero di attacchi di cefalea a grappolo si è ridotto in maniera significativa e cinque su 10 pazienti ha avuto la riduzione di almeno il 50% della frequenza degli attacchi rispetto al periodo precedente il trattamento.

 

 

Gli articoli più letti del mese: