Maschio = bello. In Corea del Sud il botulino è trend

shutterstock_126196715Gli uomini della Corea del Sud stanno comprando tonnellate di cosmetici e si aiutano in tutti i modo per avere un aspetto giovane. Gli uomini coreani stanno acquistando non solo dopobarba e lozioni varie, ma si rivolgono sempre più spesso alla medicina estetica.

I trattamenti di botulino ogni sei mesi stanno diventando sempre più frequenti. Un business che complessivamente vale più di 1 miliardo di dollari, con una crescita prevista di circa il 50 per cento nei prossimi cinque anni. Gli uomini della Corea del Sud sono al mondo i maggiori consumatori di prodotti skincare, secondo Euromonitor. Come è possibile questo fenomeno?

Lo spiega chiaramente Alex Taek-Gwang Lee, analista culturale Kyunghee University: “gli uomini usano più cosmetici perché in Corea del Sud l’apparenza è tutto. Abbiamo un proverbio molto significativo a questo proposito: se si acquista qualcosa, si deve scegliere quello che ha l’aspetto migliore.” Una filosofia che viene applicata anche al mondo del business, soprattutto quando si cercano nuovi collaboratori. Oltre alle credenziali e all’esperienza anche l’aspetto conta.

Chris Hong, un uomo d’affari quasi quarantenne confessa apertamente di utilizzare più tempo, denaro e fatica per il suo aspetto di sua moglie. Il suo regime comprende iniezioni semestrali botulino e trattamenti laser per appianare le imperfezioni sul suo volto. Hong ammette apertamente: “Ogni volta che riesco a sembrare più giovane mi sento meglio. Non voglio apparire come un vecchio”.

 

 

Gli articoli più letti del mese: