Studio sulla Sindrome di Frey: il botulino è efficace mini-invasivo e senza effetti collaterali

Aiteb11La Sindrome di Frey è una malattia rara, che di solito si sviluppa in seguito ad intervento chirurgico di parotidectomia. Consiste in una iperidrosi od arrossamento della faccia, nella zona sovrastante le ghiandole salivari, specialmente durante i pasti.  Si tratta di un fastidio che non mette a rischio la salute, ma può causare molti disagi. Uno studio tailandese ha verificato l’efficacia della tossina botulinica nel trattamento dei sintomi di questa malattia. Le conclusioni riportano che il botulino è efficace mini-invasivo e senza effetti collaterali. Tutti i 9 pazienti coinvolti nello studio hanno mostrato notevoli miglioramenti dopo 4-7 giorni.
Il botulino blocca la sudorazione, che nelle persone che soffrono di questa sindrome può apparire lungo le guance, sulla fronte, sul cuoio capelluto e sul collo. Questi sintomi si verificano quando si mangia cibi che di solito stimolano una risposta salivare o si sente l’odore di determinati alimenti.

Gli articoli più letti del mese: