La FDA approva la tossina botulinica in estetica

tossina botulinica approvata fdaLa prima ufficiale approvazione sull’utilizzo del botulino per le rughe glabellari verticali – cioè sopra la radice del naso, tra gli occhi – è arrivata nel 2002. Nel 2013 la Food and Drug Admistration (FDA) americana ha approvato anche l’uso della tossina botulinica per le rughe perioculari.

“Un segnale importante che certifica la sicurezza di questo farmaco per il suo utilizzo in medicina estetica”, commenta Aiteb, l’Associazione italiana terapia estetica botulino. “Si tratta di una certificazione che conferma l’utilizzo sicuro del botulino nell’estetica del terzo superiore. L’importante è affidarsi sempre a medici di comprovata esperienza”.

Da sempre molto severa nell’approccio ai nuovi farmaci, la FDA ha dato il via libera allo nuovo utilizzo del botulino sulla base dei risultati ottenuti da uno studio effettuato su 833 pazienti. Questi sono stati trattati con Botox®(Allergan) o placebo (soluzione irriconoscibile al paziente ma totalmente inerte): le persone trattate con Botox® hanno presentato una riduzione importante delle cosiddette “zampe di gallina”.

La FDA inoltre ha precisato nella sua nota che l’utilizzo della tossina botulinica alle dosi consigliate “non permette l’insorgenza di sintomi sistemici ma solo locali, di miglioramento estetico”.

È bene ricordare che la tossina botulinica utilizzata in estetica è un farmaco a tutti gli effetti, studiato e approvato anche per altri usi medici come nella distonia muscolare, nella cura della depressione, nel trattamento delle cicatrici, nell’iperidrosi, nell’emicrania, nell’incontinenza urinaria.

Gli articoli più letti del mese: